Albi

» Procedura semplificata art.216 D.Lgs. 152/2006 e s.m.i. (17/11/2014)
Dal 14.02.08, ovvero dall’entrata in vigore del D.L.gs. 4/2008, le competenze circa le iscrizioni al registro provinciale dei recuperi di rifiuti non pericolosi in procedura semplificata sono state riassegnate alle Province. All’art. 27 del D.Lgs.205/2010, che ha modificato l’art. 214 del D.Lgs. 152/2006, sono stabilite le attività e le caratteristiche dei rifiuti ammesse alla procedura semplificata. In particolare, le attività, i procedimenti e i metodi di recupero di ciascuna tipologia di rifiuto sono individuati dai D.M. 5 febbraio 1998 e ss.mm.ii per i rifiuti non pericolosi e D.M. 12 giugno 2002 n. 161 per i rifiuti pericolosi. Dal 13 giugno 2013, con l’entrata in vigore del DPR n. 59 del 13 marzo 2013, il nuovo regolamento che disciplina i procedimenti di rilascio dell’autorizzazione unica ambientale (A.U.A.), la Provincia, in qualità di autorità competente, effettua le istruttorie per le autorizzazioni ambientali, acquisisce i provvedimenti in materia ambientale di competenza di altri Enti nonché predispone e adotta l’A.U.A.. Il provvedimento A.U.A. può essere richiesto dai gestori degli impianti (P.M.I. e impianti non soggetti ad A.I.A.) nel caso in cui siano assoggettati al rilascio, alla formazione, al rinnovo o all’aggiornamento di almeno uno dei titoli abilitativi che sono indicati all’art. 3 del DPR 59/2013, tra cui la comunicazione in materia di rifiuti (artt. 215 e 216 del Dlgs. 152/2006).

» Procedura semplificata art.216 D.Lgs. 152/2006 e s.m.i. (10/04/2014)
Dal 14.02.08, ovvero dall’entrata in vigore del D.L.gs. 4/2008, le competenze circa le iscrizioni al registro provinciale dei recuperi di rifiuti non pericolosi in procedura semplificata sono state riassegnate alle Province. All’art. 27 del D.Lgs.205/2010, che ha modificato l’art. 214 del D.Lgs. 152/2006, sono stabilite le attività e le caratteristiche dei rifiuti ammesse alla procedura semplificata. In particolare, le attività, i procedimenti e i metodi di recupero di ciascuna tipologia di rifiuto sono individuati dai D.M. 5 febbraio 1998 e ss.mm.ii per i rifiuti non pericolosi e D.M. 12 giugno 2002 n. 161 per i rifiuti pericolosi. Dal 13 giugno 2013, con l’entrata in vigore del DPR n. 59 del 13 marzo 2013, il nuovo regolamento che disciplina i procedimenti di rilascio dell’autorizzazione unica ambientale (A.U.A.), la Provincia, in qualità di autorità competente, effettua le istruttorie per le autorizzazioni ambientali, acquisisce i provvedimenti in materia ambientale di competenza di altri Enti nonché predispone e adotta l’A.U.A.. Il provvedimento A.U.A. può essere richiesto dai gestori degli impianti (P.M.I. e impianti non soggetti ad A.I.A.) nel caso in cui siano assoggettati al rilascio, alla formazione, al rinnovo o all’aggiornamento di almeno uno dei titoli abilitativi che sono indicati all’art. 3 del DPR 59/2013, tra cui la comunicazione in materia di rifiuti (artt. 215 e 216 del Dlgs. 152/2006).

» Procedura semplificata art.216 D.Lgs. 152/2006 e s.m.i. (30/12/2013)
Dal 14.02.08, ovvero dall’entrata in vigore del D.L.gs. 4/2008, le competenze circa le iscrizioni al registro provinciale dei recuperi di rifiuti non pericolosi in procedura semplificata sono state riassegnate alle Province. All’art. 27 del D.Lgs.205/2010, che ha modificato l’art. 214 del D.Lgs. 152/2006, sono stabilite le attività e le caratteristiche dei rifiuti ammesse alla procedura semplificata. In particolare, le attività, i procedimenti e i metodi di recupero di ciascuna tipologia di rifiuto sono individuati dai D.M. 5 febbraio 1998 e ss.mm.ii per i rifiuti non pericolosi e D.M. 12 giugno 2002 n. 161 per i rifiuti pericolosi. Dal 13 giugno 2013, con l’entrata in vigore del DPR n. 59 del 13 marzo 2013, il nuovo regolamento che disciplina i procedimenti di rilascio dell’autorizzazione unica ambientale (A.U.A.), la Provincia, in qualità di autorità competente, effettua le istruttorie per le autorizzazioni ambientali, acquisisce i provvedimenti in materia ambientale di competenza di altri Enti nonché predispone e adotta l’A.U.A.. Il provvedimento A.U.A. può essere richiesto dai gestori degli impianti (P.M.I. e impianti non soggetti ad A.I.A.) nel caso in cui siano assoggettati al rilascio, alla formazione, al rinnovo o all’aggiornamento di almeno uno dei titoli abilitativi che sono indicati all’art. 3 del DPR 59/2013, tra cui la comunicazione in materia di rifiuti (artt. 215 e 216 del Dlgs. 152/2006).

» Procedura semplificata art.216 D.Lgs. 152/2006 e s.m.i. (18/09/2013)
Dal 14.02.08, ovvero dall’entrata in vigore del D.L.gs. 4/2008, le competenze circa le iscrizioni al registro provinciale dei recuperi di rifiuti non pericolosi in procedura semplificata sono state riassegnate alle Province. All’art. 27 del D.Lgs.205/2010, che ha modificato l’art. 214 del D.Lgs. 152/2006, sono stabilite le attività e le caratteristiche dei rifiuti ammesse alla procedura semplificata. In particolare, le attività, i procedimenti e i metodi di recupero di ciascuna tipologia di rifiuto sono individuati dai D.M. 5 febbraio 1998 e ss.mm.ii per i rifiuti non pericolosi e D.M. 12 giugno 2002 n. 161 per i rifiuti pericolosi.

» Procedura semplificata art.216 D.Lgs. 152/2006 e s.m.i. (29/08/2013)
Dal 14.02.08, ovvero dall’entrata in vigore del D.L.gs. 4/2008, le competenze circa le iscrizioni al registro provinciale dei recuperi di rifiuti non pericolosi in procedura semplificata sono state riassegnate alle Province. All’art. 27 del D.Lgs.205/2010, che ha modificato l’art. 214 del D.Lgs. 152/2006, sono stabilite le attività e le caratteristiche dei rifiuti ammesse alla procedura semplificata. In particolare, le attività, i procedimenti e i metodi di recupero di ciascuna tipologia di rifiuto sono individuati dai D.M. 5 febbraio 1998 e ss.mm.ii per i rifiuti non pericolosi e D.M. 12 giugno 2002 n. 161 per i rifiuti pericolosi.

» Preocedura semplificata art.216 D.Lgs. 152/2006 e s.m.i. (17/06/2013)
Dal 14.02.08, ovvero dall’entrata in vigore del D.L.gs. 4/2008, le competenze circa le iscrizioni al registro provinciale dei recuperi di rifiuti non pericolosi in procedura semplificata sono state riassegnate alle Province. All’art. 27 del D.Lgs.205/2010, che ha modificato l’art. 214 del D.Lgs. 152/2006, sono stabilite le attività e le caratteristiche dei rifiuti ammesse alla procedura semplificata. In particolare, le attività, i procedimenti e i metodi di recupero di ciascuna tipologia di rifiuto sono individuati dai D.M. 5 febbraio 1998 e ss.mm.ii per i rifiuti non pericolosi e D.M. 12 giugno 2002 n. 161 per i rifiuti pericolosi.

» Procedura semplificata art. 216 D.Lgs. 152/2006 e s.m.i. (16/05/2013)
Dal 14.02.08, ovvero dall’entrata in vigore del D.L.gs. 4/2008, le competenze circa le iscrizioni al registro provinciale dei recuperi di rifiuti non pericolosi in procedura semplificata sono state riassegnate alle Province. All’art. 27 del D.Lgs.205/2010, che ha modificato l’art. 214 del D.Lgs. 152/2006, sono stabilite le attività e le caratteristiche dei rifiuti ammesse alla procedura semplificata. In particolare, le attività, i procedimenti e i metodi di recupero di ciascuna tipologia di rifiuto sono individuati dai D.M. 5 febbraio 1998 e ss.mm.ii per i rifiuti non pericolosi e D.M. 12 giugno 2002 n. 161 per i rifiuti pericolosi.

» Procedura semplificata art. 216 D.Lgs. 152/2006 e s.m.i. aggiornato al 24/07/2012. (24/07/2012)
Dal 14.02.08, ovvero dall’entrata in vigore del D.L.gs. 4/2008, le competenze circa le iscrizioni al registro provinciale dei recuperi di rifiuti non pericolosi in procedura semplificata sono state riassegnate alle Province. All’art. 27 del D.Lgs.205/2010, che ha modificato l’art. 214 del D.Lgs. 152/2006, sono stabilite le attività e le caratteristiche dei rifiuti ammesse alla procedura semplificata. In particolare, le attività, i procedimenti e i metodi di recupero di ciascuna tipologia di rifiuto sono individuati dai D.M. 5 febbraio 1998 e ss.mm.ii per i rifiuti non pericolosi e D.M. 12 giugno 2002 n. 161 per i rifiuti pericolosi.

» Procedura semplificata art. 216 D.Lgs. 152/2006 e s.m.i. aggiornato al 17/05/2012. (17/05/2012)
Dal 14.02.08, ovvero dall’entrata in vigore del D.L.gs. 4/2008, le competenze circa le iscrizioni al registro provinciale dei recuperi di rifiuti non pericolosi in procedura semplificata sono state riassegnate alle Province. All’art. 27 del D.Lgs.205/2010, che ha modificato l’art. 214 del D.Lgs. 152/2006, sono stabilite le attività e le caratteristiche dei rifiuti ammesse alla procedura semplificata. In particolare, le attività, i procedimenti e i metodi di recupero di ciascuna tipologia di rifiuto sono individuati dai D.M. 5 febbraio 1998 e ss.mm.ii per i rifiuti non pericolosi e D.M. 12 giugno 2002 n. 161 per i rifiuti pericolosi.

» Procedura semplificata art. 216 D.Lgs. 152/2006 e s.m.i. aggiornato al 11/04/2012. (11/04/2012)
Dal 14.02.08, ovvero dall’entrata in vigore del D.L.gs. 4/2008, le competenze circa le iscrizioni al registro provinciale dei recuperi di rifiuti non pericolosi in procedura semplificata sono state riassegnate alle Province. All’art. 27 del D.Lgs.205/2010, che ha modificato l’art. 214 del D.Lgs. 152/2006, sono stabilite le attività e le caratteristiche dei rifiuti ammesse alla procedura semplificata. In particolare, le attività, i procedimenti e i metodi di recupero di ciascuna tipologia di rifiuto sono individuati dai D.M. 5 febbraio 1998 e ss.mm.ii per i rifiuti non pericolosi e D.M. 12 giugno 2002 n. 161 per i rifiuti pericolosi.

» Procedura semplificata art.216 D.Lgs.152/2006 e s.m.i. aggiornato al 28/02/2012. (28/02/2012)
Dal 14.02.08, ovvero dall’entrata in vigore del D.L.gs. 4/2008, le competenze circa le iscrizioni al registro provinciale dei recuperi di rifiuti non pericolosi in procedura semplificata sono state riassegnate alle Province. All’art. 27 del D.Lgs.205/2010, che ha modificato l’art. 214 del D.Lgs. 152/2006, sono stabilite le attività e le caratteristiche dei rifiuti ammesse alla procedura semplificata. In particolare, le attività, i procedimenti e i metodi di recupero di ciascuna tipologia di rifiuto sono individuati dai D.M. 5 febbraio 1998 e ss.mm.ii per i rifiuti non pericolosi e D.M. 12 giugno 2002 n. 161 per i rifiuti pericolosi.

» Procedura semplificata art.216 D.Lgs.152/2006 e s.m.i. aggiornato al 17/02/2012. (17/02/2012)
Dal 14.02.08, ovvero dall’entrata in vigore del D.L.gs. 4/2008, le competenze circa le iscrizioni al registro provinciale dei recuperi di rifiuti non pericolosi in procedura semplificata sono state riassegnate alle Province. All’art. 27 del D.Lgs.205/2010, che ha modificato l’art. 214 del D.Lgs. 152/2006, sono stabilite le attività e le caratteristiche dei rifiuti ammesse alla procedura semplificata. In particolare, le attività, i procedimenti e i metodi di recupero di ciascuna tipologia di rifiuto sono individuati dai D.M. 5 febbraio 1998 e ss.mm.ii per i rifiuti non pericolosi e D.M. 12 giugno 2002 n. 161 per i rifiuti pericolosi.

» Procedura semplificata art. 216 D.Lgs.152/2006 e s.m.i. aggiornato al 26/01/2012. (26/01/2012)
Dal 14.02.08, ovvero dall’entrata in vigore del D.L.gs. 4/2008, le competenze circa le iscrizioni al registro provinciale dei recuperi di rifiuti non pericolosi in procedura semplificata sono state riassegnate alle Province. All’art. 27 del D.Lgs.205/2010, che ha modificato l’art. 214 del D.Lgs. 152/2006, sono stabilite le attività e le caratteristiche dei rifiuti ammesse alla procedura semplificata. In particolare, le attività, i procedimenti e i metodi di recupero di ciascuna tipologia di rifiuto sono individuati dai D.M. 5 febbraio 1998 e ss.mm.ii per i rifiuti non pericolosi e D.M. 12 giugno 2002 n. 161 per i rifiuti pericolosi.

» Procedura semplificata art. 216 D.Lgs. 152/2006 e s.m.i. aggiornato al 15/11/2011. (15/11/2011)
Dal 14.02.08, ovvero dall’entrata in vigore del D.L.gs. 4/2008, le competenze circa le iscrizioni al registro provinciale dei recuperi di rifiuti non pericolosi in procedura semplificata sono state riassegnate alle Province. All’art. 27 del D.Lgs.205/2010, che ha modificato l’art. 214 del D.Lgs. 152/2006, sono stabilite le attività e le caratteristiche dei rifiuti ammesse alla procedura semplificata. In particolare, le attività, i procedimenti e i metodi di recupero di ciascuna tipologia di rifiuto sono individuati dai D.M. 5 febbraio 1998 e ss.mm.ii per i rifiuti non pericolosi e D.M. 12 giugno 2002 n. 161 per i rifiuti pericolosi.

» Procedura semplificata art. 216 D.Lgs. 152/2006 e s.m.i aggiornato al 11/10/2011 (11/10/2011)
Dal 14.02.08, ovvero dall’entrata in vigore del D.L.gs. 4/2008, le competenze circa le iscrizioni al registro provinciale dei recuperi di rifiuti non pericolosi in procedura semplificata sono state riassegnate alle Province. All’art. 27 del D.Lgs.205/2010, che ha modificato l’art. 214 del D.Lgs. 152/2006, sono stabilite le attività e le caratteristiche dei rifiuti ammesse alla procedura semplificata. In particolare, le attività, i procedimenti e i metodi di recupero di ciascuna tipologia di rifiuto sono individuati dai D.M. 5 febbraio 1998 e ss.mm.ii per i rifiuti non pericolosi e D.M. 12 giugno 2002 n. 161 per i rifiuti pericolosi.

» Procedura semplificata art. 216 - D.Lgs. 152/06 e s.m.i. aggiornato al 29/08/2011. (29/08/2011)
Dal 14.02.08, ovvero dall’entrata in vigore del D.L.gs. 4/2008, le competenze circa le iscrizioni al registro provinciale dei recuperi di rifiuti non pericolosi in procedura semplificata sono state riassegnate alle Province. All’art. 27 del D.Lgs.205/2010, che ha modificato l’art. 214 del D.Lgs. 152/2006, sono stabilite le attività e le caratteristiche dei rifiuti ammesse alla procedura semplificata. In particolare, le attività, i procedimenti e i metodi di recupero di ciascuna tipologia di rifiuto sono individuati dai D.M. 5 febbraio 1998 e ss.mm.ii per i rifiuti non pericolosi e D.M. 12 giugno 2002 n. 161 per i rifiuti pericolosi.

» Procedura semplificata art. 216 - D.Lgs. 152/06 e s.m.i. aggiornato al 31/07/2011 (02/08/2011)
Dal 14.02.08, ovvero dall’entrata in vigore del D.L.gs. 4/2008, le competenze circa le iscrizioni al registro provinciale dei recuperi di rifiuti non pericolosi in procedura semplificata sono state riassegnate alle Province. All’art. 27 del D.Lgs.205/2010, che ha modificato l’art. 214 del D.Lgs. 152/2006, sono stabilite le attività e le caratteristiche dei rifiuti ammesse alla procedura semplificata. In particolare, le attività, i procedimenti e i metodi di recupero di ciascuna tipologia di rifiuto sono individuati dai D.M. 5 febbraio 1998 e ss.mm.ii per i rifiuti non pericolosi e D.M. 12 giugno 2002 n. 161 per i rifiuti pericolosi.

» Procedura semplificata art. 216 - D.Lgs. 152/06 e s.m.i. aggiornato al 01/06/2011 (01/06/2011)
Dal 14.02.08, ovvero dall’entrata in vigore del D.L.gs. 4/2008, le competenze circa le iscrizioni al registro provinciale dei recuperi di rifiuti non pericolosi in procedura semplificata sono state riassegnate alle Province. All’art. 27 del D.Lgs.205/2010, che ha modificato l’art. 214 del D.Lgs. 152/2006, sono stabilite le attività e le caratteristiche dei rifiuti ammesse alla procedura semplificata. In particolare, le attività, i procedimenti e i metodi di recupero di ciascuna tipologia di rifiuto sono individuati dai D.M. 5 febbraio 1998 e ss.mm.ii per i rifiuti non pericolosi e D.M. 12 giugno 2002 n. 161 per i rifiuti pericolosi.

» Procedura semplificata art. 216 - D.Lgs. 152/06 e s.m.i. aggiornato al 10/05/2011 (10/05/2011)
Dal 14.02.08, ovvero dall’entrata in vigore del D.L.gs. 4/2008, le competenze circa le iscrizioni al registro provinciale dei recuperi di rifiuti non pericolosi in procedura semplificata sono state riassegnate alle Province. All’art. 27 del D.Lgs.205/2010, che ha modificato l’art. 214 del D.Lgs. 152/2006, sono stabilite le attività e le caratteristiche dei rifiuti ammesse alla procedura semplificata. In particolare, le attività, i procedimenti e i metodi di recupero di ciascuna tipologia di rifiuto sono individuati dai D.M. 5 febbraio 1998 e ss.mm.ii per i rifiuti non pericolosi e D.M. 12 giugno 2002 n. 161 per i rifiuti pericolosi.

» Procedura semplificata art. 216 - D.Lgs. 152/06 aggiornato al 30/04/2011 (02/05/2011)
Dal 14.02.08, ovvero dall´entrata in vigore del D.Lgs n° 4/2008, le competenze circa le iscrizioni al registro provinciale dei recuperi di rifiuti non pericolosi in procedura semplificata sono state riassegnate alle Province.

» Procedura semplificata art. 216 - D.Lgs. 152/06 aggiornato al 11/01/2011 (11/01/2011)
Dal 14.02.08, ovvero dall´entrata in vigore del D.Lgs n° 4/2008, le competenze circa le iscrizioni al registro provinciale dei recuperi di rifiuti non pericolosi in procedura semplificata sono state riassegnate alle Province.

» Procedura semplificata art. 216 - D.Lgs. 152/06 aggiornato al 09/03/2010 (09/03/2010)
Dal 14.02.08, ovvero dall´entrata in vigore del D.Lgs n° 4/2008, le competenze circa le iscrizioni al registro provinciale dei recuperi di rifiuti non pericolosi in procedura semplificata sono state riassegnate alle Province.

» Procedura semplificata art. 216 - D.Lgs. 152/06 aggiornato al 26/02/2010 (26/02/2010)
Dal 14.02.08, ovvero dall´entrata in vigore del D.Lgs n° 4/2008, le competenze circa le iscrizioni al registro provinciale dei recuperi di rifiuti non pericolosi in procedura semplificata sono state riassegnate alle Province.

» Procedura semplificata art. 216 - D.Lgs. 152/06 - Modulistica (01/09/2008)
Dal 14.02.08, ovvero dall´entrata in vigore del D.Lgs n° 4/2008, le competenze circa le iscrizioni al registro provinciale dei recuperi di rifiuti non pericolosi in procedura semplificata sono state riassegnate alle Province. In allegato la modulistica per l'iscrizione all'Albo provinciale recuperatori.